Menu

Copertura sanitaria universale: un bene prezioso

12/12/2023

La copertura sanitaria universale celebrata tramite il riconoscimento del bene prezioso che è il nostro SSN.

Copertura sanitaria universale: un bene prezioso

La Giornata internazionale della copertura sanitaria universale si celebra ogni anno il 12 dicembre. Questa giornata è stata istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2017 per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di garantire a tutti l’accesso a servizi sanitari essenziali, senza che ciò sia un motivo di impoverimento o indebitamento. La copertura sanitaria universale si riferisce a quel servizio per cui tutte le persone dovrebbero avere accesso a servizi sanitari di qualità, senza doversi preoccupare del costo o della disponibilità. Si ritiene che la copertura sanitaria universale sia fondamentale per garantire un livello di salute equo per tutti, indipendentemente dalla loro condizione economica o sociale.

Perché si celebra questa giornata?

Durante la Giornata internazionale della copertura sanitaria universale, vengono organizzate varie iniziative e attività in tutto il mondo per promuovere l’importanza di questa causa. Queste iniziative possono includere conferenze sul tema, campagne di sensibilizzazione sui social media e eventi comunitari per spiegare i benefici e i progressi della copertura sanitaria universale, che in Italia ha un carattere unico e si pregia dell’istituzione del Servizio Sanitario Universale.

 

L’obiettivo finale della Giornata internazionale della copertura sanitaria universale è garantire che tutti possano accedere a servizi sanitari di qualità senza incorrere in difficoltà finanziarie o ostacoli geografici. Questo potrebbe includere l’espansione dei programmi di assicurazione sanitaria, la creazione di strutture sanitarie di base in aree remote e sottosviluppate e la promozione di uno sviluppo di lungo termine sostenibile nel settore sanitario. La copertura sanitaria universale è destinata a tutti i membri di una società, senza discriminazioni o barriere finanziarie. Questa copertura significa che tutte le persone hanno diritto a ricevere cure mediche adeguate, compresi servizi di prevenzione, diagnosi, trattamento e assistenza sanitaria continua, senza preoccuparsi della capacità di pagare per questi servizi.

 

Perché il Sistema Sanitario Nazionale è unico e prezioso?

 

Il Servizio Sanitario Nazionale italiano, anche noto come SSN, è un sistema sanitario pubblico che offre cure mediche universali e gratuite a tutti i cittadini italiani e ai residenti legali nel paese. Il suo carattere unico deriva da diverse caratteristiche. Si tratta di un servizio che gode della caratteristica di essere universale. Il SSN assicura, infatti, accesso alle cure mediche a tutti i cittadini indipendentemente dal loro reddito, etnia, genere o status sociale. Questo significa che ogni individuo ha diritto alle stesse cure e ai trattamenti medici necessari senza discriminazioni. La gratuità è un altro asso nella manica. Il SSN è finanziato principalmente attraverso tasse e contributi obbligatori, garantendo così che i servizi medici siano gratuiti per i pazienti. L’accesso a visite, esami diagnostici, cure ospedaliere, farmaci e altri servizi sanitari non richiede pagamenti diretti. La copertura del servizio è estesa. Il SSN copre una vasta gamma di servizi sanitari, che includono la prevenzione, la diagnosi, il trattamento e la riabilitazione. Questo comprende visite mediche, servizi specialistici, interventi chirurgici, terapie, farmaci, esami diagnostici, assistenza materna e neonatale, servizi di emergenza, diabetologia, oncologia e molte altre specialità mediche.

 

Da non sottovalutare anche le conseguenze delle caratteristiche ovvero la costruzione di strutture pubbliche che ospitano servizi sanitari. Il SSN offre una rete estesa di ospedali pubblici gestiti dallo Stato o dalle autorità regionali. Questi ospedali forniscono cure mediche di alta qualità, tecnologie avanzate e personale qualificato, in grado anche di offrire un importante servizio: la medicina preventiva. Il SSN si concentra anche sulla prevenzione delle malattie tramite programmi di screening, vaccinazioni e promozione di uno stile di vita sano. Ciò contribuisce a ridurre l’incidenza di malattie croniche e a migliorare la salute generale della popolazione.

 

Il Sistema Sanitario Nazionale, inoltre, si occupa anche della cura e dell’assistenza a lungo termine degli anziani, dei disabili e delle persone con bisogni speciali. Questo include servizi di assistenza domiciliare, assistenza residenziale e assistenza sanitaria speciale. Nonostante le critiche e le sfide che affronta, il Servizio Sanitario Nazionale italiano rimane un elemento di orgoglio per il Paese e uno dei sistemi sanitari pubblici più avanzati ed equi del mondo. Il suo carattere unico si basa sull’idea di fornire cure mediche di qualità, accessibili a tutti, indipendentemente dalla loro situazione finanziaria o sociale. Proprio per questo, la giornata del 12 dicembre sembra essere assimilabile alla celebrazione del nostro SSN. Per dirlo, però, bisogna andare a quando questo fu istituito.

 

La storia del SSN

 

Il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) in Italia è stato istituito nel 1978 con l’approvazione della legge 833, nota anche come legge istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale. Prima del 1978, il sistema sanitario italiano era basato su una serie di enti e istituzioni regionali e locali, che spesso portavano a disuguaglianze nell’accesso alle cure mediche. La legge 833 ha quindi introdotto un sistema unico a livello nazionale, con l’obiettivo di garantire a tutti i cittadini italiani cure mediche gratuite e di alta qualità.

 

Il SSN è finanziato attraverso una combinazione di finanziamenti pubblici e contributi dei cittadini. Il fondo nazionale per la sanità riceve un budget annuale che viene poi distribuito alle regioni sulla base di determinati parametri, come la popolazione e le necessità sanitarie. Le regioni italiane sono responsabili dell’organizzazione e della gestione delle strutture sanitarie, compresi gli ospedali, i medici di base, i servizi di emergenza e le cliniche specialistiche. La legge 833 ha garantito anche la partecipazione dei cittadini nelle decisioni che riguardano il servizio sanitario nelle proprie comunità, attraverso la creazione di consigli locali di sanità.

 

Il SSN offre una vasta gamma di servizi sanitari gratuiti, tra cui cure ospedaliere, visite mediche, farmaci essenziali, interventi chirurgici, cure preventive e diagnostica. Gli stranieri hanno accesso al SSN solo se residenti legalmente in Italia. Negli anni, il SSN ha affrontato diverse sfide, tra cui l’invecchiamento della popolazione, il crescente costo dei farmaci e delle tecnologie mediche e la gestione delle liste di attesa. Tuttavia, il sistema continua a essere apprezzato dai cittadini italiani e dal resto del mondo per l’accessibilità alle cure mediche e la sua qualità.

 

 

Negli ultimi anni, si sono anche sviluppati dibattiti sul ruolo dell’iniziativa privata nel sistema sanitario italiano e sulla necessità di riforme per rendere il SSN più efficiente e sostenibile.

 

Ricordare la nobiltà di intenti del nostro SSN ci consente di celebrare questa giornata, riflettendo sugli obiettivi che hanno portato alla sua istituzione.

 

Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è stato ideato con diversi obiettivi principali:

 

  • garantire l’accesso universale e gratuito all’assistenza sanitaria: l’obiettivo principale del SSN è quello di garantire l’accesso a cure mediche di qualità per tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro situazione economica o sociale;
  • promuovere l’equità nella distribuzione delle risorse sanitarie: il SSN mira ad assicurare che tutte le persone abbiano accesso alle cure mediche di cui hanno bisogno, riducendo le disuguaglianze e promuovendo una distribuzione equa delle risorse sanitarie;
  • garantire la continuità dell’assistenza sanitaria: il SSN si propone di fornire cure sanitarie a lungo termine e garantire la continuità dell’assistenza sanitaria, in modo che le persone possano ricevere cure preventive, diagnostiche, terapeutiche e riabilitative in modo tempestivo e appropriato;
  • assicurare la qualità delle cure sanitarie: il SSN lavora per garantire che le cure sanitarie fornite siano sicure, efficaci ed efficienti, rispettando standard di qualità elevati e promuovendo la ricerca e l’innovazione nell’ambito della salute;
  • promuovere la prevenzione e la salute pubblica, attraverso programmi di educazione sanitaria e campagne di sensibilizzazione sulla prevenzione delle malattie e sulla promozione di uno stile di vita sano;
  • contenere i costi sanitari attraverso un sistema di finanziamento equo ed efficiente, onde evitare che l’accesso alle cure mediche diventi un onere eccessivo per le famiglie e per i cittadini.

 

La copertura sanitaria universale è un bene prezioso perché promuove la giustizia sociale, l’equità nella distribuzione delle risorse sanitarie, migliora la salute delle persone e contribuisce a contenere i costi sanitari. È un passo importante per garantire un futuro più sano e più equo per tutti.

 

Cristina Saja, giornalista e avvocato