Aggiornamento, nuovi approcci e buone pratiche: i corsi ECM per gli odontoiatri

Nuovi approcci odontoiatrici specifici per il paziente fumatore e quello geriatrico con una patologia oncologica in fase attiva. L’importanza dell’ergonomia nello studio odontoiatrico, la conoscenza delle sorgenti laser e le buone pratiche sull’utilizzo di radiazioni ionizzanti in sanità. Scopri tutti i Corsi ECM per la formazione degli odontoiatri.

L'odontoiatria sta vivendo grandi cambiamenti grazie all'avanzamento delle tecnologie digitali. Le nuove tecniche e le significative innovazioni stanno trasformando il campo dell’odontoiatria e implantologia. La sanità si trova ad affrontare sfide sempre più difficili e questo impone l’avanzamento delle conoscenze e un costante aggiornamento di medici e professionisti sanitari. L’offerta formativa presente nel vasto catalogo FAD di Consulcesi Club include corsi esclusivi per la formazione degli odontoiatri.

Nuovi approcci odontoiatrici specifici per il paziente fumatore e quello geriatrico con una patologia oncologica in fase attiva e l’importanza dell’ergonomia nello studio odontoiatrico. La conoscenza delle sorgenti laser e le buone pratiche sull’utilizzo di radiazioni ionizzanti in sanità, obbligatori per gli addetti ai lavori. Ecco una panoramica dei corsi per gli odontoiatri, disponibili ed accessibili nella piattaforma FAD di Consulcesi.

Nuovi approcci odontoiatrici specifici per il paziente geriatrico in trattamento oncologico

Nel corso “Oncologia nel paziente geriatrico: valutazioni di carattere odontostomatologico (12 crediti ECM) il focus è il paziente anziano in trattamento oncologico. Oltre ad affrontare le problematiche di gestione sistemica per il paziente geriatrico in ambito ambulatoriale odontostomatologico, il corso offre cenni di terapia implantare. Oggi, infatti, rappresenta la terapia più richiesta dal paziente anziano.

Un altro aspetto importante riguarda le criticità legate alle complicanze delle cure oncologiche in ambito dentistico, in particolare per i bifosfonati. I bifosfonati, infatti, sono efficaci nel trattamento di alcune malattie ossee ma presentano un rischio odontoiatrico legato alla loro assunzione, quello della osteonecrosi delle ossa mascellari.

È importante per i pazienti essere informati del rischio di questa complicanza, per valutare la possibilità di un trattamento odontoiatrico prima di iniziare la terapia. Il corso tratterà le strategie di diagnosi e la gestione dei pazienti con osteonecrosi da bifosfonati della mandibola alla luce delle ultime conoscenze scientifiche. Ed esporrà i comportamenti più specifici da utilizzare alla poltrona odontoiatrica nel paziente con malattia oncologica in fase attiva.

Il counseling odontostomatologico nella prevenzione contro il fumo

Il corso “Fumo e nicotina: fattori di rischio per la salute orale” (6 crediti ECM) informa sugli effetti del tabacco fumato a livello del cavo orale. Analizza, infatti, in modo critico le evidenze scientifiche legate al binomio fumo-salute orale e gengivale.

In relazione al counseling in ambito sanitario che supporta e motiva le persone a ricercare strategie per ridurre e/o eliminare i comportamenti dannosi per la salute, dal team odontoiatrico può arrivare un aiuto nella prevenzione dell'abitudine al fumo.

Gli interventi antifumo in ambito odontoiatrico sono efficaci e poco costosi. Permettono un immediato guadagno in salute per il paziente ed una riduzione dei costi di assistenza medica per le patologie legate al consumo di tabacco. Consigliare di smettere di fumare potrebbe rappresentare il più importante intervento mirato da parte degli odontoiatri per la salute dei loro pazienti. Nell'ultima parte del corso, si approfondiranno le attuali evidenze scientifiche in riferimento ai nuovi device, come sigarette elettroniche e dispositivi a tabacco riscaldato, evidenziando pro e contro.

Esercizi mirati e posizioni di postura corrette all’interno dello studio odontoiatrico

Sicuramente di grande interesse e notevole importanza per gli odontoiatri il corso “L’ergonomia nello studio odontoiatrico” (18 crediti ECM) che si compone di video-lezioni arricchite da materiali didattici di approfondimento.

L’obiettivo del corso è formare gli odontoiatri partecipanti per essere in grado di assumere posizioni di postura idonee all’interno dello studio odontoiatrico. Ed esplorare gli esercizi utili a prevenire patologie dell’apparato neuro-muscolo scheletrico.

L'ergonomia, secondo la IEA (International Ergonomics Association), è la scienza che si occupa di studiare l'interazione tra individui e tecnologie e tra gli esseri umani e i loro ambienti. Per valutare la qualità del rapporto tra una persona e la tecnologia utilizzata, gli ergonomi considerano il lavoro da svolgere e le richieste dell'utente, le attrezzature utilizzate (dimensioni, forma, disposizione) e le informazioni per il loro utilizzo.

Individuare le sorgenti laser e conoscere gli effetti sulla salute

Tra i corsi ECM disponibili emerge anche Addetto Sicurezza Laser (ASL): norme e responsabilità (CEI EN 60825-1) da 10,5 crediti ECM. È un corso obbligatorio, pensato per riconoscere le sorgenti laser, conoscere gli effetti sulla salute, i principali riferimenti normativi in materia e gli adempimenti di legge delle varie figure professionali coinvolte.

Tra gli obiettivi didattici c’è anche la sensibilizzazione ai principali aspetti di ottimizzazione dell’esposizione da sorgenti laser, all’utilizzo dei DPI forniti dal datore di lavoro e le indicazioni radioprotezionistiche su come comportarsi in situazioni di emergenza.

Buone pratiche sull’utilizzo di radiazioni ionizzanti in sanità

In termini di sicurezza, è bene far riferimento al corso “Radioprotezione in sanità: dalla teoria alla pratica (D. Lgs. 101/20) da 12 crediti ECM. Anche questo è obbligatorio per i professionisti che ne fanno uso in ambito lavorativo.

Il continuo utilizzo di radiazioni in ambito sanitario e durante l’attività lavorativa, a scopo diagnostico e terapeutico, richiede al professionista competenze teoriche e pratiche da attuarsi sia in condizioni di routine che di emergenza.

Il processo di ottimizzazione della radioprotezione è finalizzato a:

  • ridurre e razionalizzare le dosi erogate al paziente
  • ridurre e razionalizzare le dosi ricevute dall'operatore sanitario.

Gli ambiti di applicazione riguardano, chiaramente, tutti i principali campi di utilizzo di radiazioni ionizzanti in sanità. Il corso si propone di descrivere i principali adempimenti normativi, le responsabilità e obblighi connessi con la buona pratica da adottarsi durante le attività con utilizzo delle radiazioni ionizzanti.

Di: Viviana Franzellitti, giornalista

News e Approfondimenti che potrebbero interessarti

Vedi i contenuti