Consulcesi: supporto consulenziale per le Professioni Mediche
Menu

Entra nell'Area Riservata

Hai dimenticato la tua password?

Non sei iscritto? Prova Gratis Consulcesi Club

Psicopatologie BSST Nardone: casi in aumento e nuove terapie

06/05/2022

Psicopatologie BSST Nardone: casi in aumento e nuove terapie

Vanno dagli attacchi di panico alle patologie ossessivo-compulsivo le psicopatologie che in Italia come in Europa e nel resto del mondo hanno visto un incremento esponenziale (anche) a seguito degli ultimi avvenimenti quali Covid-19 e guerra in Ucraina.

Un’importante occasione per approfondire, discutere ed esaminare cure e terapie per queste arriva con il III Convegno mondiale organizzato dal Brief Strategic and Systemic Therapy World Network (BSST) e in programma dal 2 al 5 giugno ad Arezzo e online.

L’evento, che vedrà il coinvolgimento di Giorgio Nardone e altri esperti della salute mentale provenienti e in collegamento da tutto il mondo – da medici a psicologi, a psicoterapeutici, alle altre figure professionali impegnate nella cura di quelli che sono definiti disturbi psichici e comportamentali – si articolerà in una serie di seminari specializzati, focalizzati sulle nuove soluzioni terapeutiche sviluppate negli ultimi anni sul metodo clinico della Psicoterapia Breve Strategica.

Psicoterapia Breve Strategica: che cos’è?

“Nota come la Brief Strategic and Systemic Therapy (BSST), l’approccio breve strategico è una terapia psicoterapica evidence based. Si tratta infatti di interventi mirati, in grado di produrre effetti realmente efficaci ed efficienti in tempi brevi, anche su patologie gravi, attraverso metodi rigorosamente replicabili e trasmissibili”, spiega Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta italiano che da oltre 30 anni studia e tratta gli stati mentali patologici dei processi cognitivi, emotivi, sociali e comportamentali attraverso l’evoluzione del modello formulato da Paul Watzlawick.

Queste cure e i loro sviluppi si rivelano di particolare importanza nel momento storico in cui ci troviamo, quando anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) mette in allarme sulla necessità pressante di supporto e aiuto psicologico per un numero sempre crescente di persone. Basti pensare che le ultime indagini condotte a seguito della pandemia hanno mostrato un +26% di casi di depressione e del +28% di disturbi d’ansia.

A preoccupare maggiormente sono gli adolescenti, che durante il periodo di isolamento hanno sviluppato, oltre a gravi forme depressive, disturbi comportamentali e alimentari dai possibili, tragici risvolti. Tra questi ultimi, anoressia e bulimia interessano milioni di persone in Italia e con un aumento di casi del 30% a seguito delle misure restrittive secondo il Ministero della Salute, sono ad oggi la seconda causa di morte tra gli adolescenti.

Tra le principali ragioni dei decessi, anche questi in aumento negli ultimi anni, “la difficoltà di accesso alle cure, che in molte realtà italiane sono insufficienti se non addirittura assenti” ma anche la mancata tempestività di intervento e la sottovalutazione della gravità, scrive Laura Dalla Ragione su Repubblica.

“In casi gravi che mettono a rischio la vita umana, il fattore tempo è fondamentale. Quindi, senza nulla togliere alle psicoterapie a lungo termine che hanno altrettanta dignità e validità, la Psicoterapia Breve Strategica, in quanto approccio da utilizzare in situazioni emergenziali, può rivelarsi fondamentale perché in grado di sbloccare sintomatologie invalidanti anche in una sola seduta o nella maggioranza dei casi nel giro di tre”, aggiunge Nardone.

Nella definizione delle strategie terapeutiche, tra gli altri, numerosi fattori che gli specialisti prenderanno in considerazione, vi sono tutti quegli aspetti che caratterizzano la vita del singolo: dall’età alla lingua, dalla cultura allo stile di vita.

Il Convegno BSST 2022

Della necessità e dell’implementazione di stratagemmi terapeutici ad hoc si parlerà nel corso del Convegno che, a partire dai disturbi più comuni come quelli fobici e ossessivi, arriverà all’analisi di sintomatologie più gravi e causa di vere e proprie perdite di controllo.
Tra le altre macroaree di approfondimento di grande rilevanza per specialisti e non, vi è inoltre quella inerente alle problematiche sessuali e all’insieme dei disordini alimentari.

Oltre alle sessioni prettamente cliniche, durante l’evento non mancheranno poi sessioni dedicate alla discussione di metodo e all’approfondimento epistemologico, oltre che a dimostrazioni pratiche consistenti in vere e proprie sessioni psicoterapiche brevi strategiche.

Domenica 5 giugno, giorno conclusivo dell’evento, verrà dedicata ad un ambito sicuramente più “leggero” ma dal crescente interesse pubblico: quello che riguarda performance e prestazioni individuali, siano queste di manager, sportivi, ma anche singoli che desiderano migliorare il loro rendimento in varie arie della loro vita quotidiana.