Formazione ECM, bonus crediti per i corsi sui vaccini. Sai quali ti permettono di ottenerlo?

La delibera 5/24 prevede crediti bonus per i sanitari che si formano sui vaccini. Ecco i corsi ECM di Consulcesi Club

Un bonus fino a 10 crediti, per il triennio 2026-2028, sarà attribuito ai professionisti sanitari che ottengono crediti ECM in materia di vaccini e strategie vaccinali. Lo ha stabilito una delibera della Commissione nazionale ECM.

Bonus per i sanitari che si formano sui vaccini. La delibera

La commissione ECM, con la delibera 5/24, ha ribadito la volontà di promuovere la formazione in tema di vaccini e strategie vaccinali. Per questo, ha disposto anche l'assegnazione di crediti bonus per i sanitari che scelgono di approfondire questi argomenti nel triennio in corso.

In sostanza, la commissione permette ai sanitari che raccolgano crediti in materia di vaccini e strategie vaccinali di maturare un bonus di crediti per il triennio 2026-2028, “pari al numero di crediti effettivamente conseguiti nel triennio 2023-2025 su tale tematica, fino a un massimo di 10”.

Si tratta di una possibilità per avere un obbligo formativo più leggero nel prossimo triennio. Se si maturano i 10 crediti totali, infatti, questi andranno a ridurre l’obbligo formativo 2026-2028. Permetteranno al professionista di partire con 140 crediti da acquisire anziché 150. I crediti ottenuti nella tematica, nel prossimo triennio, saranno caricati in automatico.

Prova il Tool "Calcolo riscatto laurea" per verificare a quanto ammonta l'importo da riscattare nel tuo caso.

Formazione in campo vaccinale: i corsi ECM di Consulcesi Club

Nel catalogo FAD di Consulcesi Club ci sono due corsi con cui si può ottenere il bonus.  Il primo, “Come nasce un vaccino. Progettazione, sviluppo, sperimentazione e commercializzazione” illustra i principi fondamentali alla base dello sviluppo di un vaccino e descrive l’iter per la loro approvazione. Questo corso permette di conseguire 3.9 ECM.

Il secondo, “Protezione 0-18: obiettivi e criticità delle vaccinazioni pediatriche” fornisce informazioni sulle vaccinazioni infantili e degli adolescenti. Inoltre, approfondisce le motivazioni legate alla “Vaccine hesitancy” prendendo in esame reali casi di studio. Questo corso consente di accumulare 5.4 ECM.

Come viene progettato, sviluppato, sperimentato e commercializzato un vaccino?

La produzione di un nuovo vaccino segue le stesse fasi di sviluppo di un potenziale nuovo farmaco. Per questo, richiede tempi anche molto lunghi.

Tuttavia, tutti sappiamo che per contrastare la Covid-19, la malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2, sono stati prodotti, in meno di un anno, vaccini sicuri ed efficaci. I fattori che hanno permesso di raggiungere questo ambizioso traguardo sono stati molteplici: anni di ricerche su virus simili e un grande impiego di risorse. L'esperienza acquisita con il vaccino contro Covid-19 ha dimostrato che il processo di sviluppo di un nuovo vaccino può essere accelerato senza pregiudicare la sicurezza, se ci sono sufficienti interessi e si dispone di molte risorse.

Il corso ECM di Consulcesi Club offre informazione di base sui principi di progettazione e sviluppo dei vaccini. Affronta poi il loro iter di sperimentazione e i criteri per la loro approvazione e commercializzazione. Inoltre, dedica un focus specifico sui vaccini per combattere le pandemie analizzando le differenti fasi di sviluppo.

“Vaccine hesitancy” pediatrica, come combatterla?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) descrive la “Vaccine hesitancy”, l'esitazione sui vaccini, come il "ritardo nell'accettazione o nel rifiuto della vaccinazione nonostante la disponibilità dei servizi di vaccinazione".

Il termine comprende i concetti di indecisione, incertezza, ritardo, riluttanza; è un problema complesso e strettamente legato ai differenti contesti. Per quanto riguarda i neonati, i bambini e gli adolescenti, alla base di questa indecisione o opposizione da parte dei genitori ci sono vari fattori: contestuali - dovuti a fattori storici, socioculturali, ambientali - individuali e di gruppo e specifici per vaccino/vaccinazione.

Lo scetticismo nei confronti delle vaccinazioni è un fenomeno sempre esistito. Oggi, è sostenuto e amplificato da informazioni errate che si trovano online e che sono considerate, da alcuni, fonti affidabili.

Obiettivi e criticità delle vaccinazioni pediatriche: il corso ECM

Vaccinare bambini, adolescenti, adulti e anziani è importante per salvaguardare la salute di tutti, e in particolare, proteggere le persone più fragili.

Le vaccinazioni sono il miglior modo che i genitori hanno per proteggere i propri figli da malattie potenzialmente molto gravi. Gli operatori sanitari svolgono un ruolo chiave nell'informare i genitori sulle vaccinazioni.

I pediatri devono conquistare la fiducia dei genitori esitanti nei confronti delle vaccinazioni. La maggior parte, hanno dubbi sulla sicurezza dei vaccini, sono spaventati dall'uso di vaccini combinati e co-somministrati e, soprattutto, temono le reazioni immediate post vaccino e a lungo termine.

Nel corso ECM di Consulcesi Club si ricorda come il primo anno di vita del bambino sia di fondamentale importanza per immunizzare contro alcune delle più importanti malattie prevenibili.

Le vaccinazioni previste fino ai 6 anni

Nel primo anno di vita, a partire dal 60° giorno di vita, il calendario vaccinale prevede che vengano somministrati gratuitamente i seguenti vaccini:

  • Vaccino esavalente: 3 dosi. Protegge contro la difterite, il tetano, la pertosse, la polio, l'epatite B e le infezioni da Haemophilus influenzae tipo B;
  • Vaccino pneumococcico coniugato 13 valente: 3 dosi, la prima somministrazione è raccomandata contemporaneamente alla vaccinazione con esavalente, ma in sede anatomica diversa. Protegge contro le polmoniti, otiti e sepsi causate dal batterio Streptococcus pneumoniae;
  • Vaccino contro il meningococco B: 3 dosi (con una dose di richiamo a partire dal 13° mese). Protegge contro la meningite e la setticemia causate dal batterio Neisseria meningitidis di tipo B;
  • Vaccino contro il rotavirus: 2 dosi. Protegge contro le gastroenteriti causate dai rotavirus;
  • Vaccino antinfluenzale: 2 dosi alla prima somministrazione poi solo 1 dose l'anno. Protegge contro le complicanze dell'influenza ed è raccomandato e offerto gratuitamente a partire dai 6 mesi di vita.

Nel secondo anno di vita, a partire dal 13° mese di vita possono essere somministrati:

  • Vaccino tetravalente (MPRV o MPR+V): 1ª dose (più 1 dose di richiamo al 6° anno di vita). Protegge contro il morbillo, la parotite, la rosolia, e la varicella;
  • Vaccino contro il meningococco ACWY coniugato. Protegge contro le infezioni causate dal batterio Neisseria meningitidis di tipo A, C, W135 e Y.

Nel corso Ecm, inoltre, si  discute la vaccinazione anti-Hpv per gli adolescenti e il valore della vaccinazione anti-influenzale. Il tutto corredato anche dalla presentazione di casi reali come l'epidemia di Epatite A del 97-98 in Puglia o la policy vaccinale australiana del vaccino anti-HPV.

Di: Viviana Franzellitti, giornalista

News e approfondimenti che potrebbero interessarti

Vedi i contenuti