AREA RISERVATA

Consulcesi “chiama alle armi” i suoi 120 mila medici per fronteggiare #inprimalinea l’emergenza Covid-19

 
 
Prosegue l’attività di formazione della categoria per affrontare la situazione straordinaria: oltre al Docufilm a disposizione i corsi on line per la comunicazione medico-paziente  

Consulcesi lancia un appello a tutti i medici e operatori sanitari in pensione per mettere la loro esperienza al servizio dell’emergenza sanitaria da coronavirus. “Servono con urgenza risorse da impiegare nelle terapie intensive, nei reparti di Pronto Soccorso e per sostituire i medici costretti in quarantena, – ha dichiarato il Presidente Consulcesi Massimo Tortorella – non possiamo attendere il provvedimento del presidente del Consiglio che prevede le assunzioni di nuovi medici”.

Il richiamo alle armi di Consulcesi è rivolto agli oltre 120 mila medici, agli infermieri e agli operatori socio sanitari che fruiscono dei numerosi servizi legali e formativi della realtà di riferimento del settore.  Alcuni di loro sono collocati in riposo negli ultimi anni ma sono ancora idonei a svolgere l’attività lavorativa. “Abbiamo già ricevuto adesioni spontaneamente – prosegue Tortorella -, ci sono tanti professionisti disponibili ad offrire il loro contributo. Consulcesi si occuperà poi di interfacciarsi con le istituzioni e le strutture preposte per indirizzarli nelle sedi che ne richiederanno la presenza. Per aderire è sufficiente contattare il numero verde 800-122777 e fare riferimento alla campagna #inprimalinea che stiamo portando avanti sui nostri canali social”.

“Siamo al fianco dei medici e di tutti gli operatori sanitari che stanno facendo enormi sacrifici per fronteggiare questa emergenza. – prosegue Tortorella –  Il nostro Ssn si conferma un grande sistema sanitario composto da donne e uomini eccezionali, ogni giorno in prima linea per compiere il loro dovere civile”.

L’impegno di Consulcesi sul coronavirus non si ferma qui: recependo le indicazioni della task force coordinata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, a breve sarà disponibile il nuovo progetto ECM il docufilm formativo sul nuovo Coronavirus. Completamente gratuito, grazie ad una modalità di fruizione semplice e veloce, il docufilm si rivolge essenzialmente agli operatori sanitari ma sarà a disposizione anche dei pazienti con percorsi suddivisi e parti comuni. In particolare, assume una rilevanza notevole la comunicazione – verbale e non – tra il medico ed il paziente. Su questo sono già attivi i corsi Fad (https://www.corsi-ecm-fad.it/) di Consulcesi Club.