logo

AREA RISERVATA

logo

Precedente Successivo

4 milioni di arretrati. Ex specializzandi: un’altra vittoria

La Presidenza del Consiglio condannata ancora una volta a pagare. Lo ha stabilito la Corte d’Appello di Milano con la sentenza (3114/14), emessa nell’ambito del filone relativo ai medici ex specializzandi che non hanno ricevuto il corretto trattamento economico. I milioni riconosciuti con questo verdetto sono oltre quattro da dividere per 130 ricorrenti. Si tratta di una vicenda che va avanti da oltre 30 anni. L’Italia non corrispose le borse di studio dovute ai medici tra gli anni 1982-1983 e 1990-1991.

In seguito, si aprì un secondo fronte riguardante gli specializzandi 1994-2006. “Basti pensare che i milioni che soltanto i nostri legali sono riusciti a far riconoscere – commenta Consulcesi, realtà di tutela medica che ha organizzato l’azione di rimborso che ha portato alla sentenza della Corte d’Appello di Milano –  hanno raggiunto, con l’ultima sentenza, un totale di oltre 373.