logo

AREA RISERVATA

logo

Lorenzin: “Nuove tecnologie, rimborsi e opportunità europee, per dare forza al Sistema Salute

L’incontro con gli ex specializzandi: “Va trovata una soluzione e snellito l’iter per ottenere i rimborsi”

Nuove tecnologie, rimborsi, obbligo di Pos e le grandi opportunità che provengono dall’Europa. Sono le principali tematiche affrontate dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante la visita, nei giorni scorsi, nella sede romana di Consulcesi, la più grande realtà italiana – e tra le principali in Europa – in tema di tutela ai medici. Il ministro è stata accolta con grande calore da consulenti, avvocati e anche da alcuni medici presenti nella struttura, come di consueto, per l’assistenza sulle diverse tematiche e per ricevere gli assegni di rimborso per gli anni di specializzazione non retribuiti. Cifre da record riscosse proprio grazie al lavoro di Consulcesi che, ad oggi, ha promosso e vinto numerose cause permettendo il riconoscimento di oltre 345 milioni in favore di migliaia di camici bianchi di tutta Italia. Disponibile e sorridente, Beatrice Lorenzin ha stretto la mano ai medici, che con l’altra le mostravano l’assegno, e ha sottolineato l’esigenza di trovare una soluzione per riequilibrare il rapporto Stato-cittadini ma anche per velocizzare l’iter delle pratiche di rimborso. Di questo, ma anche di molto altro, ha parlato in questa intervista.

Il ministro della salute Beatrice Lorenzin visita la più grande realtà italiana di assistenza ai medici. Un bel gesto per la categoria:

Un gesto di attenzione per i medici e di interesse nei confronti delle professioni che girano intorno al mondo della salute. Occorre puntare sull’innovazione e lo sviluppo: qui a Consulcesi ho visto non solo consulenza e attenzione al professionista sanitario, ma anche tante idee innovative per rendere più fruibili i servizi e meno costosa la sanità. Mi piace molto una realtà così grande, formata da giovani che lavorano e che stanno costruendo un pezzo molto importante della nostra storia di oggi e, spero, di domani. Una realtà che mi piace moltissimo“.

Continua su News Sanità Informazione

Il 16 giugno parte la Nuova Azione Collettivapartecipa subito e ottieni ciò che ti spetta di dirittoCalcola gratis il valore del tuo rimborso: