AREA RISERVATA
Precedente Successivo

Medici risarciti con nove milioni

Prosegue il contenzioso tra lo Stato ed i medici specialisti. Dai tribunali continuano ad arrivare sentenze che confermano il diritto al rimborso per migliaia di camici bianchi che tra il 1978 e il 2006 hanno frequentato la scuola di specializzazione in Medicina senza il corretto trattamento economico, previsto da precise direttive europee. Proprio ieri a Torino a molti di quei camici bianchi è stata restituita una cifra enorme: 9milioni di euro. A ricevere gli assegni sono stati i professionisti che si erano visti negare quel diritto e hanno fatto ricorso tramite Consulcesi Group, che ha già fatto riconoscere oltre 400 milioni di euro. “La giurisprudenza è ormai consolidata – afferma Sara Saurini, responsabile contenzioso di Consulcesi Group -, Di recente la corte d’Appello di Roma ha condannato il governo a pagare oltre 24 milioni a 667 medici di tutta Italia, facendo così lievitare ulteriormente la somma che lo Stato già deve ai medici: superiore ai 400 milioni di euro per quanto riguarda solo le nostre azioni legali con il rischio di un esborso complessivo di svariati miliardi come messo in evidenza attraverso iniziative parlamentari tese a trovare una soluzione al problema“.

Già calendarizzato, a tal proposito, un Ddl unificato che arriva dopo i tre depositati in Parlamento e segue una recente mozione, firmata in maniera trasversale da 21 senatori che impegna il governo a trovare una soluzione.