Consulcesi: supporto consulenziale per le Professioni Mediche
Menu

Entra nell'Area Riservata

Hai dimenticato la tua password?

Non sei iscritto? Prova Gratis Consulcesi Club

10 film per San Valentino che fanno bene alla vita di coppia: i consigli della psicologa

14/02/2018

10 film per San Valentino che fanno bene alla vita di coppia: i consigli della psicologa

San Valentino è la tradizionale festa degli innamorati, immancabile occasione per le coppie di trascorrere del tempo in intimità, anche davanti a un bel film da vedere al cinema o in televisione.

Tra le nuove uscite nelle sale e i grandi classici del genere romantico, la scelta è davvero ampia. Ma i film non rappresentano solo un mero intrattenimento: possono agevolare un vero e proprio percorso di comprensione del sé e dell’altro.

Per questo, in collaborazione con il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione e la dottoressa Monica Calderaro, psicologa ed esperta di Filmtherapy, vi proponiamo le 10 pellicole da vedere a San Valentino.

  1. “Cinquanta sfumature di rosso” spiega l’evoluzione da eros a amore.
    Il film, terzo capitolo della saga, si presenta utile per la comprensione dell’evoluzione di un rapporto di coppia che, nel tempo, può completarsi e trasformarsi da puro sentimento erotico a vissuto di romanticismo, in grado anche di prevenire gli eventuali conflitti che possono presentarsi.
  2. “I ponti di Madison County” per imparare l’importanza del dialogo di coppia.
    La pellicola può servire per tutte quelle coppie che cercano di imparare cos’è la tenerezza e quanto sia importante il dialogo per tener vivo l’amore.
  3. “Shakespeare in Love” e la riscoperta dei sentimenti puri.
    Il film è utile per ritrovare i sentimenti puri in un rapporto di coppia, grazie alla descrizione di spontanei vissuti affettivi, nonché a ricercare nuove fonti ispiratrici per attivare la propria creatività.
  4. “Notthing Hill” per il recupero dell’affettività.
    La commedia romantica invia messaggi di recupero dell’affettività grazie ai dialoghi caratterizzati da emozionalità e sentimenti positivi.
  5. “Insonnia d’amore” aiuta a elaborare il lutto e a ritrovare l’amore.
    Fornisce un valido aiuto per i problemi legati all’elaborazione del lutto, nonché ottimi spunti per ritrovare il sentimento d’amore, anche in seguito alla perdita della persona amata.
  6. “L’ultimo bacio” dedicato a coppie immature e a chi ha paura di crescere.
    Il film è dedicato a chi ha timore di crescere, evidenziando problematiche di coppie immature ancora non in grado di porre a revisione critica le proprie scelte di vita.
  7. “Harry ti presento Sally” per scoprire i propri sentimenti.
    Il film aiuta ad evidenziare quali sono i sentimenti da ricercare in sé stessi in un dolce rapporto di coppia, che può nascere anche dopo una lunga amicizia.
  8. “Ufficiale e gentiluomo” aiuta a superare il narcisismo.
    Per imparare a superare il proprio narcisismo, con lo scopo di scoprire i sentimenti più solidi tra amicizia, amore ed altruismo per una ottimale evoluzione intrapsichica ai fini di idonee scelte esistenziali.
  9. “Nine months – Imprevisti d’amore” per vincere la paura della genitorialità.
    Il film è utile a fornire a coloro che sono single e/o che temono il ruolo di genitori, spunti costruttivi in grado di chiarire a sé stessi quali sono i sentimenti relativi alla bellezza dei vissuti di paternità.
  10. “Flashdance” e i progetti di vita al di là della coppia.
    Il film comunica il valore della tenacia e dell’approccio mentale ottimistico volto a perseguire e realizzare i propri progetti di vita, anche al di là del rapporto di coppia.

La dottoressa Monica Calderaro, tra gli autori del libro “I film che aiutano a stare meglio. Filmtherapy”, è responsabile scientifica del corso FAD del provider ECM 2506 Sanità in-Formazione “Filmtherapy: l’uso del mezzo filmico come strumento di insight” in partnership con Consulcesi Club. Il corso, on line gratuitamente sul sito www.corsi-ecm-fad.it, è sviluppato in due moduli didattici composti da video-lezioni e materiali di approfondimento. Un questionario finale accerta la comprensione dei contenuti e assegna 3 crediti ECM.