Menu

Entra nell'Area Riservata

Hai dimenticato la tua password?

Non sei iscritto? Prova Gratis Consulcesi Club

Cancro e cura, il dialogo medico-paziente è alla base dell’alleanza terapeutica

19/03/2019

Cancro e cura, il dialogo medico-paziente è alla base dell’alleanza terapeutica

Le nuove diagnosi di cancro sono in aumento, complice l’allungamento dell’aspettativa di vita e uno stile di vita scorretto. Al medico il compito di creare un filo diretto con il paziente come parte integrante della terapia.

In ambito oncologico il dialogo tra medico e paziente è essenziale nel processo di cura. La comunicazione corretta, comprensibile ed esaustiva della patologia riduce lo stato d’ansia del malato, che in questo modo ha la possibilità di memorizzare le informazioni ricevute. L’oncologo è chiamato ad avere anche competenze tipiche dello psicologo: empatia, capacità di ascoltare e di relazionarsi con il malato.

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità le nuove diagnosi di cancro sono in continuo aumento e nel 2030 potrebbero superare gli 11 milioni. Circa il 30% dei tumori può tuttavia essere prevenuto con comportamenti salutari: non fumare o smettere di farlo, non bere alcolici, avere un’alimentazione sana ed equilibrata, praticare sport e sottoporsi con regolarità a esami di screening. I tipi di cancro più difficili dei quali parlare riguardano l’ovaio e la prostata in quanto coinvolgono la sfera sessuale, sulla quale spesso i pazienti sono reticenti.

L’alleanza tra il medico e il paziente evita alcune situazioni in cui è evidente che manca fiducia reciproca, come l’utilizzo di internet per cercare informazioni relative al proprio stato di salute. Un rischio denunciato anche dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori in occasione della diciottesima Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, in corso dal 16 al 24 marzo.

Il medico, attento all’individuo nella sua globalità (benessere fisico, psicologico, sociale e relazionale) ha quindi bisogno di un percorso formativo che gli fornisca gli strumenti necessari per comunicare in modo diretto e sincero con il paziente.

Per questo, è importante approfondire quali sono le dinamiche dell’ascolto reciproco e della comunicazione come parte integrante del processo terapeutico: insieme al provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, mettiamo a disposizione dei medici il corso FAD ECMIl dolore tra Algos e Pathos: gestione della cura nel malato oncologico”.
Responsabile scientifico è la professoressa Paola Argentino, psichiatra, psicoterapeuta, direttore e docente del master dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma in ambito psiconcologico.

Al corso “Il dolore tra Algos e Pathos: gestione della cura nel malato oncologico”, è associato il Film Formazione “Carlo e Clara”, pellicola vincitrice di oltre 40 premi, a cominciare da un David di Donatello Web, e selezionata in oltre 100 festival tra cui il St. Louis Int. Film Festival e all’Heartland Film Festival (rassegne che qualificano per l’Oscar). Protagonisti del film diretto da Giulio Mastromauro sono gli attori Franco Giacobini e Angela Goodwin.

In occasione della Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica, abbiamo raggruppato una serie di corsi di formazione ECM che spaziano per tematiche tra le diverse patologie, dalla prevenzione alla diagnosi e alla cura, senza tralasciare l’aspetto del counseling appena descritto.

Vi invitiamo a consultare questo link per avere una panoramica dei corsi a disposizione: “Speciale Settimana della Prevenzione Oncologica“.