AREA RISERVATA

Internet e adolescenti: I.A.D. e cyberbullismo. Scopri il corso ECM in FAD della settimana e partecipa allo SconnessiDay

Questa settimana è uscito nelle sale cinematografiche il film tutto made in Italy “Sconnessi”, coprodotto da Consulcesi e Falcon Production, diretto da Christian Marazziti e con attori del calibro di Fabrizio Bentivoglio, Ricky Memphis, Carolina Crescentini, Stefano Fresi, Antonia Liskova e Maurizio Mattioli.

Il film affronta un tema di grande attualità, legato ai cambiamenti nel modo di rapportarsi alla realtà da parte delle nuove generazioni a seguito dello sviluppo delle nuove tecnologie. Un’evoluzione importante, che ha sì semplificato il nostro modo di relazionarci, ma allo stesso tempo ha generato dei risvolti davvero negativi. Oggi, infatti, mai come ora è importante che gli educatori e i professionisti sanitari siano in prima linea nell’identificazione e nel modo di affrontare la nomofobia, ovvero la paura di restare sconnessi dallo smartphone. Proprio per questo, in occasione dell’ uscita del film abbiamo lanciato l’iniziativa SconnessiDay, chiedendo la collaborazione del Ministero della Salute, affinché ci sia una sensibilizzazione verso questo fenomeno. Ogni 22 febbraio, quindi, spegneremo i nostri telefoni e proveremo a comunicare veramente.

Siamo molto sensibili a questo tema, e proprio per questo abbiamo voluto realizzare sia il corso ECM in FAD “Internet e adolescenti: I.A.D. e cyberbullismo” (legato direttamente al film che abbiamo coprodotto), sia delle pillole formative correlate in collaborazione con Maurizio Mattioli. Il corso, che troverete quindi nella collana Film Formazione, intende fornire gli strumenti necessari ad entrare in contatto con le nuove generazioni di adolescenti, a comprenderne il modo pensare e di interpretare la realtà, a fornirgli l’aiuto necessario tramite la corretta interpretazione dei loro sintomi e l’offerta di terapie mirate per la cura ed il sostegno dei pazienti e dei nuclei familiari a cui appartengono.

Consigliamo a tutti, non solo ai professionisti sanitari, di interessarsi all’argomento, e di andare a vedere il film al cinema per iniziare ad approcciarsi al tema e a questo fenomeno sotto occhi diversi.

Alla fine del corso, e al superamento del test finale, saranno accreditati 3 ECM obbligatori.