AREA RISERVATA
Precedente Successivo

Sanità: ex specializzandi remunerati con 2 milioni di euro grazie a cause collettive con Consulcesi

Sono stati consegnati 21 assegni ad altrettanti medici genovesi ex specializzandi, ai quali era stata negata la borsa di studio tra il 1982 e il 1991, grazie a una causa collettiva condotta da Consulcesi che ha portato, per l’ultima tranche, a una vittoria per 66 dottori con risarcimenti per 2 milioni di euro circa.

Oggi consegniamo gli assegni relativi a una sentenza del tribunale di Genova del luglio 2012 che ha riconosciuto i risarcimenti per 2 milioni di euro – ha spiegato la responsabile dell’area legale dell’azienda di consulenza legale per medici Consulcesi, Sara Saurini – ma solo a Genova ci sono decine di medici che hanno ricevuto o riceveranno i rimborsi legati alla mancata ottemperanza di una normativa comunitaria che prevedeva che la specializzazione fosse retribuita“.

Per il solo Tribunale di Genova, oltre a una sentenza del novembre 2011 (risarcimenti riconosciuti per 3 milioni di euro) e quella citata del luglio 2012, ce n’è un’altra del novembre 2012 che comporterà l’esborso a una settantina di ex-speciallizzandi genovesi di 1 milione e 400 mila euro in totale. Il presidente dell’Ordine provinciale dei medici, Enrico Bartolini, ha commentato che è un “atto dovuto. Consulcesi calcola che al momento siano stati riconosciuti in tutta Italia oltre 373 milioni di euro, 60 dei quali sono stati consegnati negli ultimi mesi nelle varie città d’Italia.